Alti Formaggi, piccoli principi: il calendario d'avvento

30/11/2011

Alti Formaggi, piccoli principi: il calendario d'avvento
I calendari dell’avvento segnano i giorni del mese di dicembre che mancano al Natale. Anche noi di Alti Formaggi abbiamo voluto onorare questa tradizione .ispirandoci ad uno dei personaggi più celebri della letteratura, il Piccolo Principe di Antoine de Saint-Exupéry. Da domani fino alla vigilia di Natale, ogni giorno un segno.

I calendari dell’avvento segnano i giorni del mese di dicembre che mancano al Natale. I piú comuni hanno piccole finestrelle che bisogna aprire, giorno dopo giorno, svelando un dolce, una strofa, un disegno o un piccolo dono.

Anche noi di Alti Formaggi abbiamo voluto onorare questa tradizione e farla nostra, con un messaggio che ci accompagni in questo periodo di attesa della grande festa. Per farlo, ci siamo inspirati ad uno dei personaggi più celebri della letteratura, il Piccolo Principe di Antoine de Saint-Exupéry.

Ci ha emozionato da giovani adolescenti, continua a commuoverci da adulti: il senso della vita, il significato dell’amore e dell’amicizia di questa celebre opera ci riempie di speranza.Viviamo distratti dalle cose del mondo che, sempre più spesso, ci dominano e ci affliggono.

Ma il contrario della distrazione non é l’attenzione ma l’attrazione. Se qualcosa ci attrae, allora cattura tutta la nostra attenzione e quando ci troviamo davanti al reale così attratti, stupiti e dominati, la vita acquista uno spessore, un’intensità e una potenza che uno vorrebbe mantenere per sempre. Che le cose fossero così potentemente presenti é quello che ci salva dall’essere come sassi travolti dalle circostanze, dagli stati d’animo e dai cambiamenti.

Alti Formaggi, Piccoli Principi apre una piccola finestra sui 24 giorni che ci separano dal Natale, da guardare con la stessa sorpresa e fiducia del pilota che incontra il piccolo principe. Ci lascia in regalo il suo sorriso, il suo messaggio ed un mare di stelle da guardare, sapendo che lassù, da qualche parte, un piccolo principe sta prendendosi cura della sua rosa.

Le origini del calendario dell’avventoL’idea di rappresentare graficamente il tempo, fino all’arrivo del Natale, sembra che abbia avuto inizio nel XIX secolo nelle case tedesche. Alcune famiglie segnavano sul pavimento, con il gesso o con della vernice, delle linee mano a mano che si avvicinava la festività, altre appendevano alle pareti figurine votive o accendevano ogni giorno una nuova candela. I calendari veri e propri fecero la loro comparsa intorno al 1850 e, su di essi, ogni giorno, a partire dal primo dicembre, era contrassegnato da una frase religiosa, un dolce o un disegno.
Condividi su: facebook share twitter share google+ share pinterest share
Omeganet - Internet Partner