Le tre frittatine

Le tre frittatine

Dettagli Ricetta

. Difficoltà: Media . Formaggio: Provolone Valpadana D.O.P. . Dosi per: 4 persone . Preparazione: 40 min . Cottura: 15 min

Intolleranze

Senza frutta secca Senza frutta secca
Senza crostacei Senza crostacei

Ingredienti

8 uova intere
2 cucchiai da minestra di olio extravergine d’oliva
sale
pepe
sesamo tostato a piacere
100 g di Provolone Valpadana D.O.P. dolce o piccante
1 mazzetto di rughetta selvatica
1/2 melanzana
1/2 peperone rosso
1 foglia piccola di alloro
pepe nero
100 g di pesce spada leggermente affumicato
8 spicchi a vivo di arancia
8 spicchi a vivo di pompelmo
un pochino di succo dei due agrumi
un goccio d’olio extravergine d’oliva
pepe rosa a piacere
cerfoglio e origano freschi in foglia
100 g di ricotta pugliese
olio extravergine d’oliva per condire la ricotta
pepe bianco
cipolla rossa di Tropea
acqua
zucchero
aceto di vino rosso
semi di papavero per decorare

Preparazione

Sbattete le uova appena appena con olio, sale, pepe e sesamo; aggiungetevi il Provolone Valpadana D.O.P. grattugiato, versate ora il composto in un tegame caldo unto di olio. Otterrete una frittata dello spessore di un cm circa. Ricavate ora da questa frittata 12 piccole frittatine rotonde del diametro di circa 7 cm cadauna (potete usare uno stampino per tagliarla). Dividete le frittatine nei quattro piatti di portata.
Decorate la prima frittatina con la rughetta selvatica spezzettata a mano, la melanzana a pezzetti saltata in padella con una goccia d’olio e un pizzico di peperoncino in polvere; unite il peperone anch’esso saltato velocemente in padella con una goccia d’olio e la foglia di alloro. Irrorate con un filo d’olio e aggiustate di sale e pepe nero.
La seconda frittatina va invece ricoperta da sottilissime fettine di pesce spada su cui dovrete adagiare gli agrumi con un filo del loro sughetto emulsionato con olio extravergine d’oliva qualche grano di pepe rosa, qualche fogliolina di cerfoglio e dell’origano fresco.
La terza frittatina infine, deve essere ricoperta con la ricotta mantecata con l’olio e il pepe bianco; guarnite con la cipolla tagliata sottile e cotta per 10 minuti in acqua salata, con aceto rosa e zucchero. Spolverate a piacere con il papavero.

Il delicato e suadente “Torre della Sirena Terrazze Retiche”, ottenuto con uve Rossola e Pignola vinificate in bianco, di Sertoli Salis (So).

Ristorante “Rêve Cafè”, Milano
Chef: Ivan Pinter e Masaikojagi
Condividi su: facebook share twitter share google+ share pinterest share
Omeganet - Internet Partner