Alti Formaggi, ricette contro la crisi.Parlano i Consorzi di Tutela e l’ Assessorato all’Agricoltura di Regione Lombardia

23/11/2011

Oggi, 23 novembre si è svolta la conferenza stampa dei Consorzi di Tutela di Provolone Valpadana, Taleggio, Salva Cremasco e Quartirolo Lombardo presso la sede filatelica di Poste Italiane a Milano. I 4 formaggi DOP, riuniti in una Associazione dal nome Alti Formaggi, condividono una sinergia per far fronte comune alla crisi che è anche un modo per fare cultura del territorio, educazione alimentare e proporre un modo finalmente piacevole per apprezzare le eccellenze del nostro Paese. Il settore agro-alimentare, tra i pochi in crescita, può rappresentare un traino. Le strategie per il 2012 considerano nuovi trend sociali e di consumo.

Crescono i prodotti lattiero-caseari e la frutta fresca. Questo è ciò che emerge da una ricerca recente di Ismea, l’Istituto di Servizi per il Mercato Agricolo. La domanda interna di consumi è mutata, ci sono nuovi trend e modelli di comportamento. C’è desiderio di qualità, più famiglie sono interessate al marchio Dop, avvicinandosi ai prodotti con maggiore consapevolezza.

“Le tendenze alimentari si sposano dunque bene con il consumo di formaggi dop e la nostra strategia va in quella direzione – ha affermato Libero Stradiotti, Presidente del Consorzio Tutela Provolone Valpadana. Siamo presenti sulle tavole degli italiani ed anche in alcuni mercati emergenti come India e Russia  proponendo i nostri prodotti accanto alla loro cultura, che non è solo gastronomica ma anche legata al territorio e ai suoi valori – ha continuato Stradiotti.

“I nostri progetti vogliono affermare un  know-how acquisito nel corso degli anni, i nostri associati producono seriamente formaggi da generazioni – ha sottolineato Vittorio Emanuele Pisani, DG dei 4 Consorzi di Tutela e Coordinatore di Alti Formaggi. La nostra strategia si basa su attività diversificate sul territorio per sensibilizzare i nostri pubblici di riferimento a questo tema. Per avvicinare i bambini nelle scuole, i giovani sul web e gli adulti nella piazze, negli aeroporti e nella distribuzione al significato di un consumo consapevole. Un’alimentazione che propone i prodotti dop significa anche controlli su chi produce – ha continuato Pisani – al fine di rassicurare chi consuma. Significa scegliere una precisa etica nello scegliere un tipo di alimentazione che crea benessere e fa ritrovare il piacere di stare a tavola”.

“La sinergia avviata dai Consorzi di Tutela che aderiscono all’associazione Alti Formaggi ha colto pienamente il senso della sfida che ci attende e che vede nell’aggregazione l’unica strada percorribile per poter garantire sviluppo e competitività alle nostre aziende - ha evidenziato Giulio De Capitani, Assessore all’Agricoltura di Regione Lombardia. Il concetto di tutela – ha continuato De Capitani - deve sempre più realizzarsi a partire da una pianificazione mirata e condivisa delle iniziative di promozione. Il richiamo al territorio e alla qualità e l’attenzione che Alti Formaggi dedica all’educazione alimentare sono elementi sui quali Regione Lombardia ha modulato con convinzione anche la propria azione di governo”.
Condividi su: facebook share twitter share google+ share pinterest share
Omeganet - Internet Partner