Cosa si intende per formaggi grassi?

I formaggi grassi hanno, per definizione, un quantitativo di grasso sulla sostanza secca maggiore del 42% e si ottengono con latte intero.
Esempio: Taleggio D.O.P., Gorgonzola D.O.P., Caciotta di pecora, Quartirolo Lombardo D.O.P., Camembert, Crescenza, Provolone, Mozzarella.

Formaggi semigrassi (grasso sulla sostanza secca tra il 20 e il 42%): quando il latte lavorato è stato parzialmente scremato.
Esempio: Valtellina Casera D.O.P. ,Montasio DOP, Bra DOP, Grana Padano DOP.

Esistono anche  formaggi a doppia crema, prodotti con latte e panna, quest'ultima aggiunta in quantità variabile.
Esempio: Caprice de Dieux.
Quindi, la maggior parte dei formaggi sono considerati “grassi”, siano essi freschi o stagionati, poiché la classificazione considera il grasso su sostanza secca e non su prodotto tal quale.
 
Condividi su: facebook share twitter share google+ share pinterest share
Omeganet - Internet Partner