Il cacciatore di giacimenti gastronomici

06/11/2017

Non può non sollevare curiosità l’appuntamento previsto per il prossimo 6 novembre 2017, alle ore 18, presso La Casa di Alti Formaggi, spazio appositamente allestito a Treviglio (BG) -  Via Roggia Vignola, 9 – nel corso del quale potremo conoscere (ed assaggiare) alcune delizie dell’enorme patrimonio gastronomico della nostra penisola.
La Casa di Alti Formaggi si trasforma in Talent Show per una sera.
A esibirsi non sono cantanti né danzatori ma i sapori d'Italia. Andiamo a conoscere chi è il nostro cacciatore di talenti enogastronomici.

Maurizio Ferrari, Giornalista L'Eco di Bergamo
Questa sera sono particolarmente orgoglioso perché abbiamo ospite Aldo Dotti.
Lui è uno di quei ricercatori instancabili che batte l'Italia tutto il tempo libero a disposizione per trovare i prodotti migliori. Il caseario è uno dei punti di forza di Dotti, però non solo. Nel suo locale "Why in Italy" a Bergamo propone tutta una serie di affettati, tutta una serie di vini particolari, di chicche anche dolci straordinarie, quindi è venuto a farcele assaggiare.

Aldo Dotti, "Cacciatore enogastronomico" Why in Italy – Bergamo
Il primo prodotto sarà una pancetta piacentina, una pancetta che io chiamo XXL, perché sono 15 chili ogni pancetta. Non c'è lardo, è solo pancetta ed è un sapore che si scioglie in bocca che è stratosferica, abbinata ad una tigella fatta da noi con farina integrale di Senatore Capelli.

Alle nove di mattina sono incappato in questo produttore che mi ha accolto, io avevo ancora quasi il caffè in bocca, con una fetta di pancetta e mi dice "Toh mangiala, devi proprio assaggiare questa pancetta". Io prendo, faccio per romperla e lui "no no no! Intera!". Devo dire che l'ho lasciata in bocca e dopo dieci secondi si era già sciolta.


La seconda proposta ha caratteristiche in fatto di sapori che l'ha rendono davvero unica.
E' una bresaola orobica fatta in Val Taleggio, fatta anche qua da un ragazzo giovane che ha mantenuto la tradizione di famiglia di un macello e la particolarità è che non usa la punta d'anca ma usa la parte del filetto e l'aromatizza non solo con il vino rosso ma anche con l'aggiunta di marsala e cannella.
Non ha invece bisogno di presentazioni il protagonista del seguente assaggio.
Il terzo prodotto è una sfida che ho raccolto quando ho conosciuto Alti Formaggi, che mi ha proposto di abbinare con Provolone Valpadana piccante. Per cui ho pensato di abbinarlo con un prosciutto crudo avellinese, leggermente affumicato, con appunto provolone valpadana e per dare un tono di freschezza con pera abate.
Però ci siamo andati vicini perché è una slinzega ovina, fatta da un ragazzo di Clusone. Cerco che le persone che propongo abbiano passione per quello che fanno, coinvolgano tutti, contagiano.
Il quinto sapore d'Italia che andiamo a scoprire è un formaggio di capra: è il primo frutto di un progetto ancora in evoluzione. "Capracanta" vede una dozzina di allevatori casari impegnati ad ottenere un'eccellente qualità anche attraverso il benessere garantito ai loro animali.
Un finale che è un dolce fatto all'interno del locale in cui proponiamo tutte queste cose, che è un tiramisù presentato come piccolo tartufino come dolce. Poi alla fine ce n'è un ulteriore, che è un liquore, uno dei più antichi d'Italia che si chiama "Concerto", viene dalla Costiera Amalfitana ed è fatto con 40 spezie infuse nel caffè.
Il “cacciatore” del titolo sarà Aldo Dotti, un appassionato ricercatore di tutto quanto si può trovare di buono percorrendo l’Italia. Da nord a sud, con alcune puntate sulle nostre splendide isole, ci verranno presentate alcune delle chicche che ha scovato e che propone nel suo locale di Bergamo (Why in Italy). Una passione che è stata una folgorazione, che ha portato Dotti a dimostrare, a ragion veduta, di quante specialità sia possibile imbattersi nel cercare il meglio del mangiar bene nazionale.
 
A raccontarci questa storia sarà Maurizio Ferrari, giornalista e profondo conoscitore della enogastronomia del territorio, che ci illustrerà non solo i preziosi percorsi, ma anche le caratteristiche dei prodotti che saranno presentati ed assaggiati.
 
“Alti Formaggi apre le porte anche a tutti quei prodotti che – riferisce Gianluigi Bonaventi, Presidente di Alti Formaggi – abbiano delle storie da raccontare e siano il frutto dell’amore e della passione di coloro che li producono. Sono questi i valori ai quali ci rifacciamo costantemente e siamo ben lieti di ospitare queste testimonianze”.
Il cacciatore di giacimenti gastronomici
Il cacciatore di giacimenti gastronomici
Il cacciatore di giacimenti gastronomici
Il cacciatore di giacimenti gastronomici
Il cacciatore di giacimenti gastronomici
Il cacciatore di giacimenti gastronomici
Il cacciatore di giacimenti gastronomici
Il cacciatore di giacimenti gastronomici
Il cacciatore di giacimenti gastronomici
Il cacciatore di giacimenti gastronomici
Il cacciatore di giacimenti gastronomici
Il cacciatore di giacimenti gastronomici
Condividi su: facebook share twitter share google+ share pinterest share

I nostri Amici

Maurizio Ferrari - Giornalista
Maurizio Ferrari - Giornalista

Maurizio Ferrari, astigiano ma bergamasco d’adozione, si è laureato a Torino in Lettere moderne ed è giornalista professionista dal 1995. Dopo le collaborazioni nei settimanali della sua città e a La Stampa, è stato corrispondente per la redazione torinese di Repubblica.

Omeganet - Internet Partner