Provolone Valpadana: Case History per Harvard

25/02/2010

La partecipazione del Consorzio Provolone Valpadana ad un convegno internazionale dove si è discusso del suo caso di successo italiano che rientra nei progetti segnalati dalla Harvard Business School. L’Italia vanta da quest’anno il primato europeo per i prodotti riconosciuti con la qualifica di Dop (Denominazione di origine protetta), Igp (Indicazione geografica protetta)  e STG (Specialità tradizionale garantita)

Lo scorso 11 Febbraio il caso del Consorzio di Tutela Provolone Valpadana è stato presentato come positiva case history nel corso del convegno internazionale: Food System Dynamics a cura di Francesco Braga, esperto di agribusiness nazionale ed internazionale dell’Università di Guelph (Canada) e Mary Shelman, della Harvard Business School.

E’ da tempo che il Prof. Braga suggeriva un’azione di questo tipo” ha affermato Vittorio Emanuele Pisani, Direttore Generale del Consorzio di Tutela Provolone Valpadana “per dimostrare l’attualità del “case method” e per permettere di esporre ad una audience qualificata a livello internazionale le problematiche di diretto, specifico interesse per un’azienda quale il Consorzio Tutela Provolone Valpadana. Posso dire che ne e’ certo valsa la pena. La discussione, in un ambiente altamente professionale e pre-competitivo, ha fornito interessanti spunti, migliorando al tempo stesso la visibilita’ del Consorzio con interlocutori particolarmente qualificati”.

Una versione riveduta del caso sara`presentata a Boston il prossimo giugno, nell’ambito del ventesimo World Congress della International Food and Agribusiness Management Association.
Condividi su: facebook share twitter share google+ share pinterest share
Omeganet - Internet Partner