Risotto agli asparagi, Salva Cremasco D.O.P. e raspadüra lodigiana

Risotto agli asparagi,  Salva Cremasco D.O.P. e raspadüra lodigiana

Dettagli Ricetta

. Difficoltà: Bassa . Formaggio: Salva Cremasco D.O.P. . Dosi per: 2 persone . Preparazione: 30 min . Cottura: 20 min

Intolleranze

Senza frutta secca Senza frutta secca
Senza uova Senza uova
Senza crostacei Senza crostacei

Ingredienti

Riso Carnaroli per due persone
1 mazzetto di asparagi
80 gr Salva Cremasco D.O.P.
1 cipolla
poco burro
poco olio
sale, pepe
1 cucchiaio colmo di Parmigiano Reggiamo D.O.P. grattugiato
raspadüra  di grana Bella Lodi (quello con la crosta nera)
Mondare gli asparagi, spezzarli fin dove cedono, conservarne la parte finale.
Lavare bene il tutto. Mettere a bollire gli scarti dei gambi in abbondante acqua leggermente salata.
Tagliare a pezzetti gli asparagi lasciando intere le punte.
In una capace pentola, far appassire la cipolla tritata in una noce di burro e poco olio. Aggiungere gli asparagi spezzettati e lasciar insaporire qualche minuto, mescolando spesso.
Aggiungere il riso e lasciar tostare tutto insieme qualche minuto, poi aggiungere un poco del brodo di cottura degli scarti di asparagi, e procedere al normale risotto aggiungendo poco brodo alla volta.
Quando il riso sarà quasi pronto, aggiungere il Salva Cremasco D.O.P. spezzettato, una noce di burro e il Parmigiano. Mantecare qualche secondo affinché il formaggio sia completamente sciolto e il risotto all'onda.
Spegnere, lasciar riposare un attimo, poi mettere nel piatto e appoggiarvi sopra un cappellino di raspadüra lodigiana.
La ricetta è stata realizzata dalla food blogger Giuliana Fabris autrice del blog "La gallina vintage" - lagallinavintage-giuliana.blogspot.it.
Condividi su: facebook share twitter share google+ share pinterest share
Omeganet - Internet Partner