Sport e nutrizione

13/01/2014



A La Casa di Alti Formaggi oggi si parla di educazione alimentare. Con quali obiettivi?
Il nostro obiettivo, quindi della nostra Associazione, è di legare prodotti con determinate caratteristiche quindi prodotti di qualità con una corretta e sana alimentazione.
Non vogliamo assolutamente privilegiate e valorizzare oltremodo i nostri prodotti però ci interessa molto che la gente sappia cosa consuma e come la consuma, quindi in calorie, vitamine, proteine. Tutte con una modalità di consumo che sia utile a mantenere in forma il proprio corpo, e questo destinato a qualunque fascia di età.

L’Associazione poi è particolarmente sensibile a questi temi tanto che intrattiene collaborazioni con le scuole per favorire la conoscenza non solo al consumatore normale ma anche agli studenti. Inoltre, in particolare il Provolone Valpadana ha reso disponibile a tutte le scuole un sito che si chiama il Sapore & il Sapere che attraverso la Lim riesce ad integrare gli insegnamenti dei professori.


Qualunque sia la nostra età quanto conta per la nostra salute quello che mettiamo nel piatto?

Conta al 90% diciamo un pochino in più ci sono i fattori esterni, inquinamento, i fattori che ci assalgono dall'esterno alcuni fattori genetici che ci portiamo dentro ma anche questi possono venire espressi negativamente o positivamente in base a quelli che sono, che è il nostro stile di vita. Sicuramente con una nutrizione mirata possiamo non solo prevenire le malattie ma mantenere i vari settori del nostro organismo nella loro massima efficienza e quindi è il nostro benessere ne risente positivamente.


Che cosa sono i formaggi, che posto hanno, in un regime alimentare bilanciato?
I formaggi  fanno parte degli alimenti prevalentemente proteici, delle proteine del latte, di conseguenza quelle dei formaggi sono proteine ad elevato valore biologico, quindi sono tra le più nobili, quindi molto positive anche nella fase di crescita e in particolare ci sono degli aminoacidi che sono parte delle proteine che sono molto importanti, che è la luicina, un aminoacido che è molto presente nei formaggi e che è coinvolta proprio nella costruzione della massa muscolare, quindi nell’aumento della massa magra che è positivo nella crescita, nello sport, per l’aumento della muscolatura e per la preservazione dei tessuti, e previene il calo naturale della massa muscolare che purtroppo avviene con l’età.


Una persona giovane non in sovrappeso che non ha problemi metabolici quindi di ipercolesterolemia o peso, può inserirlo anche 2, 3 anche 4 porzioni di formaggio a settimana.
Una persona invece che ha problemi di ipercolesterolemia o di sovrappeso, possiamo stare su una due porzioni a settimana. Sicuramente l’età in cui può essere considerato più prezioso è l’infanzia e l’adolescenza dove oltre alle proteine nobili e che possono costituire massa magra. Molto importante è l'apporto di calcio e vitamina D per la costruzione dell’osso.

Per quanto riguarda la qualità sicuramente andrei sui formaggi DOP, formaggi certificati che hanno alle spalle una storia, una ricetta, una qualità testata negli anni piuttosto che formaggi industriali, creati molto spesso con miscele di residui di altri formaggi in qualche modo assemblati e spesso ricchi di additivi.

I formaggi duri e semiduri hanno un maggior apporto di calorie e grassi ma anche un maggior apporto di proteine, calcio e vitamina D.


Scherzi a parte in che rapporto stanno formaggi e attività sportiva?

Come accennavo anche prima il formaggio contiene queste proteine ad elevato valore biologico, proteine che hanno la capacità di stimolare l’aumento della massa magra, l’aumento della muscolatura. L’allenamento stimola la costruzione della muscolatura e noi con l’alimentazione dobbiamo fornire il materiale per poterlo fare. Quindi le proteine dei formaggi sono ottime da questo punto di vista.


Quanto è importante l’attività sportiva per mantenerci in buona salute?

Rispetto anche solo a 30 - 40 anni fa il livello dell’attività fisica della popolazione si è ridotto notevolmente, parlo di attività fisica e non sportiva perché mi riferisco all’attività che viene fatta nel quotidiano, attività che viene fatta per spostarci, per sollevare, per spostare, per fare le normali azioni quotidiane.

L'organizzazione mondiale della sanità ha dichiarato che mezz'ora di attività fisica al giorno sarebbe consigliata non tanto per mantenere il peso ma per prevenire le malattie cronico degenerative quindi tumori e malattie cardiovascolari

Quindi questo aumento di sedentarietà richiede davvero un impegno per aumentare il movimento quindi, anche lo sport ci offre questa possibilità, oltre a essere qualcosa di stimolante e divertente.


Siamo nella stagione in cui si praticano gli sport invernali. In vista domani di una bella sciata qual è l’alimentazione più corretta?

Dipende da molti fattori, il grado di allenamento però in linea generale questa sera posso fare una cena un po’ più nutriente, posso mangiare anche una bella pasta asciutta, un secondo di proteine leggere non particolarmente ricche di grassi e condimenti e della verdura. Una cena già con un po’ di benzina dentro che sono i carboidrati. Una buona colazione con anche zuccheri semplici, quindi anche cibi dolci, zucherati nella colazione.

Durante l’attività bere e consumare alimenti pratici. Un pezzo di grana stagionato può essere uno spuntino che mi porto in tasca da mangiare come spuntino di metà giornata durante la giornata di sci.
Dopo le festività natalizie, la Casa di Alti Formaggi ha ripreso i propri appuntamenti e in questa occasione si è parlato di sport e nutrizione. Con il contributo della dott.ssa Paola Bettini (biologa e nutrizionista) si è voluto fare chiarezza e informazione su ciò di cui ha bisogno il nostro corpo per nutrirsi in modo corretto e del perché, dopo un po’ di attività fisica, la nostra mente si sente più sollevata.
A conclusione dell'intervento sono stati svelati alcuni pratici e semplici accorgimenti per praticare in sicurezza e benessere psico-fisico un qualsiasi sport.

“Apriamo il nuovo anno offrendo ai nostri appassionati consumatori un incontro dedicato ad un argomento a cui tutti dovremmo dedicare particolare attenzione: la nostra salute. Teniamo molto a questa tematica che, legata alla qualità dei prodotti che mangiamo ed alla salvaguardia sanitaria che offre il sistema delle indicazioni geografiche, ben si attanaglia allo stile di vita degli inquilini della nostra Casa” – ha dichiarato il Presidente Bonaventi Gianluigi. 
Condividi su: facebook share twitter share google+ share pinterest share

eventi correlati

Alimentazione e salute: come prevenire l’osteoporosi e le malattie legate alle non corrette abitudini alimentari
Alimentazione e salute: come prevenire l’osteoporosi e le malattie legate alle non corrette abitudini alimentari

Come prevenire l'osteoporosi e le malattie legate alle non corrette abitudini alimentari, in collaborazione con Paolo Simonetti, docente universitario di Nutrizione delle Collettività

Omeganet - Internet Partner