Ricerca sulle origini del formaggio Taleggio

Etimologia del Taleggio

Con una serie di nomi, come abbiamo visto nel titolo di questo studio, è stato da sempre denominato il formaggio Taleggio, tipico della Lombardia.
Il nome di questo formaggio, che ha il privilegio di avere una serie numerosa di sinonimi, proviene dal fatto che esso veniva fabbricato principalmente in autunno - specie in settembre e ottobre - mesi in cui cresce l'erba quartirola.

Fin dai tempi antichi

Plinio, nella sua Historia Naturalis (libro III-17) è tra i primi accreditati autori a descrivere la ricchezza dei pascoli e la produzione di ottimo formaggio nella pianura lombarda, zona in cui la praticoltura e la produzione di latte avevano raggiunto già ai suoi tempi la massima intensità.

Cacio a suffragio

Nell'archivio del Monastero Maggiore di Sant' Ambrogio in Milano, si trovano notizie relative ad una curiosa usanza che correva in Milano, anno 1013. In quei tempi, alla morte di un congiunto, i milanesi che avevano uso di effettuare lasciti, a suffragio del defunto, ai vari ordini conventuali della città, sceglievano tra gli ordini conventuali quello che preferivano.

Taleggio come paciere

Si narra infatti di una controversia e di una curiosa sentenza. Nel 1218 i Monaci di San Vittore al Corpo vengono condannati ad offrire un pranzo ai canonici di San Nazzaro, per l'anniversario dell'arcivescovo Arnolfo, fondatore del monastero.

Visconti - Vescovo - Taleggio

L'atto viene redatto nel palazzo di Bruzzo Visconti in Lodi, e porta la data del 2 Maggio 1344. Con questo atto il Vescovo Luca Castelli investì a titolo di affitto per anni nove il luogo del territorio di Sant'Angelo Lodigiano" ..per il fitto di capponi sei e libbre sei di formaggio lombardo, da pagare a San Michele.."

I casari

I primi ad ingaggiare casari provenienti dalle valli sono i conventi. Offrono protezione da un lato, e dall'altro c'è poco da scegliere perché sono i veri padroni dell'epoca, visto che possiedono la maggioranza dei terreni agricoli, da pascolo, ed il bestiame.

Taleggio come contrabbando

Quando nel 1449 Francesco Sforza pone d'assedio Milano, una delle prime disposizioni impartite è quella di bloccare gli accessi alla città, per impedire l'approvvigionamento di cibo. Inizia il contrabbando notturno. Ma lo Sforza installa a Lodi (città in perenne contrasto con Milano per la supremazia, fin dai tempi dei Romani) un "Tribunale per i contrabbandieri".

Taleggio nei conventi e nel mondo

Nel 1494 monaci dell'Abbazia di Chiaravalle fabbricano e smerciano "cacio da gratuggiare (grana) e "cacio lombardo" (Taleggio). La notizia è riportata nella edizione del 1791 de "IL NUOVO CUOCO MILANESE" di autore ignoto, stampato nei tipi della Stamperia Giovanni Silvestri - P.za S.Paolo n°945 A a Milano.

Taleggio salubre e dietetico

Infatti altre notizie dettagliate ci giungono da un libro di cucina e medicina redatto da "Maitre Aldobrandin de Florence, medicin du Roy de France", edito in Parigi.
Condividi su: facebook share twitter share google+ share pinterest share
Omeganet - Internet Partner