Il Taleggio nei primi piatti

Il Taleggio nei primi piatti

Cannellone freddo ripieno di spuma di Taleggio D.O.P. e ratatuille di verdurine di stagione

Questo primo piatto può tranquillamente essere considerato un piatto unico, sostanzioso e con ingredienti che soddisfano i requisiti necessari per un pasto bilanciato. La pasta all'uovo con cui sono fatti i cannelloni è farcita con formaggi D.O.P. , tra i quali il Taleggio e il Castellana, eccellenze della produzione casearia italiana. Il condimento è il giusto completamento di un piatto ricco di carboidrati e in misura minore di proteine, in quanto le verdure rendono il piatto bilanciato dal punto di vista nutrizionale e dietetico.
Tra gli ingredienti di questa gustosa ricetta è presente il pepe. La gran parte delle evidenze scientifiche analizzate attribuiscono al pepe proprietà antiossidanti, antisettiche ed antinfiammatorie. Nella sua composizione  troviamo la piperina, sostanza che conferisce alla spezia il sapore pungente. Tra gli effetti di tale sostanza vi  è quello di determinare un aumento dell’assorbimento di alcuni  nutrienti  contenuti negli alimenti (vitamine e minerali, in particolare Coenzima Q10 e Betacarotene). L’altro aspetto interessante della piperina è l’ azione stimolante sulla termogenesi, fattore chiave nel controllo del peso corporeo.

Scoprite la ricetta
Il Taleggio nei primi piatti

Raviolo aperto di pasta al timo con ripieno di Taleggio D.O.P. e porcini, con olio al tartufo

Un primo piatto gustoso e profumato che riunisce nel condimento l'abbinamento classico porcini e Taleggio rigorosamente D.O.P. che contrasta delicatamente con il profumo di timo contenuto nella pasta.  Forse non tutti sono a conoscenza delle molteplici proprietà del timo, pianta aromatica usata fin dall’antichità per sedare alcune affezioni delle vie respiratorie; sono le sue foglie e le cime fiorite a fornire i principali componenti chimici di questa pianta. Tra le proprietà più comuni che si possono ricordare vi sono quelle antipiretiche, espettoranti, disinfettanti, antiossidanti, spasmolitiche, antibatteriche ed  antivirali.

Scoprite la ricetta
Il Taleggio nei primi piatti

Spaghetti grezzi tartare di vitellone e Taleggio D.O.P. in gocce

Questo ricco piatto riporta come condimento l’olio d’oliva. L’attuale ricerca medica, raccomanda l’uso dell’olio di oliva nell’alimentazione per prevenire l’invecchiamento e per preservare l’organismo dalle malattie cardiocircolatorie. Infatti, gli approfondimenti clinici e terapeutici hanno dimostrato che l’elevato livello di acidi grassi monoinsaturi che caratterizzano la composizione dell’olio di oliva e la naturale presenza di microcostituenti, quali tocoferoli e polifenoli, fanno sì che esso possegga una serie di preziose proprietà: facile digeribilità, azione ritardante l’invecchiamento cellulare, azione preventiva nei confronti della formazione di calcoli biliari, effetto favorevole per lo sviluppo cerebrale, effetto antitrombico ed ipocolesterolemizzante.

Scoprite la ricetta
Il Taleggio nei primi piatti

Risotto mantecato al Taleggio D.O.P. con granella di nocciole tostate, flambato al cognac

Un risotto cremoso e bianco preparato facilmente grazie ad un buon Taleggio D.O.P. dolce e leggermente aromatico. Un tocco di croccantezza e colore è dato dalle nocciole, ingrediente da aggiungere a fine cottura che rende il piatto ancora più invitante. Quella delle nocciole è una pianta molto antica tanto che Greci e Romani ne apprezzavano già le proprietà terapeutiche. Fonte di vitamina B1, B6, B9 e minerali quali ferro, rame, calcio e manganese, le nocciole sono ottimi antiossidanti. Ma la qualità più apprezzata dei componenti di tale frutto è quella di abbassare il colesterolo ”cattivo” LDL nelle arterie.

Scoprite la ricetta
Il Taleggio nei primi piatti

Sartu di riso alle zucchine su cremoso di Taleggio D.O.P.

In pochi e semplici passaggi è possibile realizzare un primo piatto da chef. Il Taleggio D.O.P. è un prodotto molto versatile che si presta a molteplici usi e trasformazioni. In questo piatto lo si propone come una spuma che guarnisce il Sartu di riso.
Numerose ricerche  hanno dimostrato che il riso contiene peptidi bioattivi (glutenina e prolamina) che potrebbero essere utilizzati a scopo farmacologico per la loro innata attività antipertensiva. Nella crusca del riso inoltre è presente il gamma-oryzanolo che è in grado di ridurre i livelli plasmatici di colesterolo e trigliceridi. Il consumo di riso sarebbe quindi in grado di ridurre il rischio cardiovascolare.

Scoprite la ricetta
Il Taleggio nei primi piatti

Penne di mais cotte in brodo di pollo allo zafferano con cremoso di Taleggio D.O.P. al timo e zucchine croccanti

Un'alternativa alla tradizionale pasta di semola di grano duro o pasta all'uovo è la pasta di mais. Una pasta con una consistenza maggiore rispetto a quella di grano che si caratterizza per l'assenza di glutine. Condita con il cremoso Taleggio D.O.P. permette di portare a tavola un'equilibrata alternanza di colori e consistenze. Pianta originaria dell’America, il mais era considerato addirittura una divinità dal popolo Maya che su questa pianta fondò il suo sostentamento nutritivo. Cereale consentito anche ai celiaci in quanto privo di glutine, è buona fonte di vitamine del gruppo A e B, fosforo, sodio, ferro e calcio. Grazie al buon contenuto di fibre vegetali aiuta la motilità intestinale combattendo la stitichezza ed abbassa il colesterolo “cattivo” LDL che tende ad accumularsi lungo le arterie. Le proprietà benefichedi questa pianta trovano inoltre impiego contro la litiasi urinaria e le più comuni affezioni delle vie urinarie.

Scoprite la ricetta
Il Taleggio nei primi piatti

Lasagnetta di pasta alle castagne con crema di Taleggio D.O.P. e pere

Al contadino non far sapere quanto è buono il formaggio con le pere … un proverbio quanto mai condiviso soprattutto se si assaggia questa pasta fatta con farina di castagne e condita con pere e Taleggio D.O.P..
Secondo recenti ricerche, l’uso regolare del rosmarino, erba aromatica tra gli ingredienti di questa ricetta, mantiene giovani. Grazie ai suoi potenti antiossidanti il rosmarino svolge un ruolo protettivo  del fegato, organo che risente più di tutti gli effetti dello stress. Già all’epoca romana veniva utilizzato per uso curativo al fine di lenire il mal di denti o slogature e torcicollo; oggi lo si usa in omeopatia come terapia per i problemi digestivi più comuni.

Scoprite la ricetta
Il Taleggio nei primi piatti

Gnocco alla piastra gratinato al Taleggio D.O.P.

Gnocchi di patate con un cuore morbido creato dal Taleggio D.O.P.  sono un primo piatto adorato anche dai bambini.
Le patate, ottima fonte energetica, forniscono vitamine, minerali, antiossidanti, fibre alimentari ed acidi grassi essenziali. Composti bioattivi contenuti in questo vegetale giocano un ruolo nella promozione della salute migliorando la funzione immunitaria, riducendo lo stress ossidativo ed i danni dei radicali liberi diminuendo così il rischio di malattia degenerative quali quelle tumorali e cardiovascolari.

Scoprite la ricetta
Il Taleggio nei primi piatti

Raviolo liquido al Taleggio D.O.P. saltato con burro e maggiorana

Ravioli ripieni di Taleggio D.O.P. aromatizzati con un burro profumato alla maggiorana.
La maggiorana, spezia simile all’origano, contiene buone dosi di vitamina C e tannini; è indicata quindi per rafforzare il sistema immunitario. Per le sue proprietà espettoranti contrasta le malattie da raffreddamento, l’asma, le laringiti e faringiti. Grazie a quelle carminative, regolarizza l’intestino nella diarrea e nella stitichezza ed è un epatoprotettore in quanto alleggerisce il “carico di lavoro” del fegato.

Scoprite la ricetta
Il Taleggio nei primi piatti

Tagliatelle di kamut con noci, salsa di Taleggio D.O.P. al latte di pecora

Un primo piatto che può essere consigliato anche nella stagione calda per la velocità di esecuzione e l'assenza di cottura del condimento.  Noci e timo creano sapori e profumi unici che si abbinano egregiamente al sapore deciso del kamut, che ricorda quello della nocciola. Il kamut cereale poco conosciuto in passato, ha guadagnato nel tempo notorietà. Dopo lunghi studi condotti in Usa è stato infatti dimostrato che circa il 70% delle persone che non tollerano il grano a causa di reazioni allergiche, possono tranquillamente consumarlo. Purtroppo le stesse indicazioni non valgono per chi è celiaco; il kamut, come il grano, contiene glutine e non può quindi essere consumato dalle persone intolleranti. Molto apprezzate, oltre alle proprietà nutritive, la sua buona digeribilità e assimilabilità. Da sottolineare la presenza di selenio, che, grazie alle sue proprietà antiossidanti, è in grado di proteggere l’organismo dagli effetti dei tanto temuti radicali liberi.

Scoprite la ricetta
Condividi su: facebook share twitter share google+ share pinterest share
Omeganet - Internet Partner